HW, HM, PCD, PKD, JYK, ABC …. Come riconoscere al primo sguardo i GEROGLIFICI della “Setta degli Utensili”, SENZA perdere la pazienza e sentirsi ogni volta (giustamente) fuori luogo, ANCHE SE ormai ci hai rinunciato da tempo perchè ti imbarazza chiederlo al commerciante (importatore ignorante)

conoscere i simboli degli utensili del legno

 

ABC, CICI-COCO, PKC, YKKP, HSS, KJSL sono solo degli esempi (alcuni falsi, naturalmente) di tutti questi strani Simboli messi apposta dal capo della Setta degli Utensili (si, perchè qualcuno è arrivato a minacciare che sono studiati appositamente per “complottare gli acquisti dei poverini konsumatori”), ma fortunatamente per te, e anche per me che ogni tanto un buon ripasso non fa mai male, oggi ne svelerò l’arcano segreto, cercando di essere il più semplice possibile.

Come ho appena scritto non sei l’unico a cui questi “simbolini malefici” complicano la vita e rendono ogni volta l’acquisto o la richiesta di informazione difficile e imbarazzante, anche per noi che siamo da quasi mezzo secolo in questo settore a volte rimane complicato e stiamo li sopra a domandarci se sarà quella corretta. Ogni Marchio, azienda o chiunque del settore usa i “suoi personali” e molte volte devi essere davvero ingegnoso per scovarne il significato.

 

Iniziamo con l’illustrazione di alcune icone/simboli utilizzate nel nostro negozio online.

Per chi non se ne fosso accorto (tranquillo, è normale) ti metto una piccola foto qua sotto per sottolinearne la posizione.

 

Scheda prodotto: FR.306, la potete trovare qua -> https://www.fraisertools.com/it/fresa-a-taglienti-elicoidali-positivi-e-negativi.html

esempio di un simbolo per gli utensili

 

Analizziamo le icone Fraiser

 

simbolo di metallo duro

 

 

 

HW (Incrocio tra Inglese e tedesco) o HM (Hard metal, la sigla usata dei principali testi di insegnamento a scuola, e per chi ha letto il mio libro sa che posso confermarlo) è la sigla che indica il WIDIA, il nostro prezioso metallo duro ( conosciuto anche come carburo cementato o  Carboloy).

Si forma attraverso un processo chiamato sinterizzazione (citando l’enciclopedia libera: cioè polveri fini delle componenti vengono mescolate, pressate e poi riscaldate mantenendo una pressione alta in modo che i granuli delle polveri si uniscano a formare un pezzo unico).

Come potete notare questa particolare icona ha metà corpo verde e metà corpo bianco; questo indica che l’utensile in questione ha un riporto del tagliente in metallo duro, saldato ad un corpo in Acciaio (poi la durezza dell’Acciaio dipende dal tipo di utilizzo, non sempre un corpo SUPER_RESISTENTE è un bene per la tua lavorazione perchè, anche se è contro intuitivo, si potrebbe spezzare molto più facilmente)


 

simbolo di fresa realizzato completamente in metallo duro

 

 

 

 HWM sta indicare sempre il WIDIA a differenza questa icone è mono-colore e ha aggiunto una M (che sta per Mainly, nel nostro caso) e significa che la fresa è COMPLETAMENTE in metallo duro.

Quindi in questo caso non ha nessun riporto saldato e una verifica da fare per confrontarla e riconoscerla da una in acciaio è quella di pesarla (o sentirne il peso nella mano); quella in HW (… ormai hai capito cosa significa, iniziamo ad usarlo così sembriamo fighi) completo sarà molto più pensante.


 

simbolo di acciaio ad altissima resistenza all'usura e tenacità

 

 

 

HPS Special (HIGH PERFORMANCE STEEL), come dice la descrizione della sigla stessa è un Acciaio ad alte prestazione, Acciaio da utensili  per lavorazioni a freddo al alto rendimento come lo amano definire i super-tecnici del settore” (ma Acciaio speciale a noi piace di più, ed è anche più facilmente ricordabile).

E’ un Acciaio ad altissima resistenza all’usura, associata ad una elevata tenacità, ovvero la capacità di resistere alla propagazione di una cricca (un difetto, una “crepa” all’interno della fresa); più semplice ancora l’opposto della Fragilità.

L’acciaio “HPS” è utilizzato nella produzione di utensili per lavorazioni a freddo ad alto rendimento ed è composto da una precisa combinazione di cromo, vanadio e molibdeno.


 

simbolo del diamante

 

 

 

PCD (PoliCristallino Diamante, in Italiano) o PKD (PolyKristalline Diamant, in Tedesco), come avrai capito è il simbolo che sta a indicare il “famoso” Diamante.

Come nel metallo duro anche il PCD diamante è formato tramite il processo di sinterizzazione (solo che in questo caso le particelle sono diverse).

“Il diamante è il materiale più duro in assoluto e pertanto anche il più resistente all’abrasione. Utilizzato come utensile da taglio, ha una buona resistenza all’usura,ed una resa  superiore ai tradizionali taglienti in carburo. La superficie lavorata con il PCD può raggiungere rugosità paragonabili alla rettifica”

Lo usano principalmente le aziende che lavorano il “truciolare” o materiali derivati duri e fanno tanti pezzi in serie (può essere una IKEA, per parlare del leader assoluto).


 

simbolo della foratura

 

 

 

Questa simpatica icona è stata creata per indicare che la fresa in questione può anche effettuare la lavorazione della “FORATURA”.

Si può notare la placchetta dritta in mezzo ai due denti (prendiamo un esempio la FR.106, la fresa per pantografo); questa è l’inquadratura vista da sotto.

Molto importante notare questa icona perchè se si prova a forare con una fresa che non è idonea se ne compromette fin da subito l’utilizzo e la tenuta finale (e noi vendiamo bugie, contrariamente alle Robuste Fraiser).

Per tutte le frese che non presentano l’opportunità di forare in modo verticale ci sono vari modi di entrare in un pezzo dall’alto; questo è il PRIMO dei 6 pilastri per rendere la tua fresata liscia e senza bruciature, ecco il link al post -> https://www.fraisertools.com/blog/come-scegliere-il-giusto-tipo-di-tagliente/


 

simbolo del cuscinetto guida

 

 

 

Questo cerchio con altrettanti cerchi all’interno sta ad indicare che la fresa che state visionando ha compreso il cuscinetto di guida, ovvero quella rotellina che serve per appoggiarvi nel pezzo mentre effettuate una fresatura (manuale in questo modo).

Può essere posizionato sopra o sotto (o su entrambi lati) della fresa e lo possiamo trovare sia di Acciaio resistente, alluminio (boccole guida) o Derlin ( materiale sintetico di enorme utilità in presenza di acidi, soluzioni, sostanze corrosive ).


 

simbolo del coltellino intercambiabile

 

 

 

COLT, abbreviazione di coltellino intercambiabile, sta ad indicare che la fresa usa come tagliente dei coltellini (intercambiabili).

Utile perchè con solo pochi Euro puoi cambiare il coltello ed avere una fresa che ogni volta sarà come nuova, la soluzione più ideale per chi non ha tempo ed un piccolo budget economico per la vostra fresata.


 

Abbiamo visto le principali ICONE che utilizziamo nel nostro sito per definire termini tecnici e, perchè no, cercare di semplificare il più possibile l’apprendimento del cliente (speriamo) attraverso una memoria visiva. (figo è?)

Ora invece andiamo ad analizzare la parte del disegno tecnico ed entriamo più nel dettaglio per quanto riguarda la misura della fresa.

 

Quote tecniche delle frese per legno

Prendiamo un esempio di un disegno tecnico, in questo caso usiamo la Robusta Fraiser FR.106

disegno di una fresa per pantografo

Disegno tecnico di una fresa per pantografo

 

Anche in questo caso troviamo molti numerini senza descrizioni di nome o spiegazioni complete.

Questo è chiaramente il linguaggio dei tecnici e del “disegno tecnico” e non lo abbiamo inventato noi (peccato), però possiamo analizzarlo e spiegarne i significati insieme.

Piccola precisazione prima di iniziare; TUTTE LE QUOTE SONO ESPRESSE IN mm (millimetri)

 

= con questa lettera viene indicato il diametro della fresa o del pezzo quotato. Ne potresti trovare anche diversi nello stesso disegno, come per esempio D1 D2 D3 .. non ti spaventare, sono tutti diametri utili poi per la tua lavorazione finale (D1 potrebbe essere cuscinetto, D2 potrebbe essere una fresa a doppio taglio il secondo diametro)

I = questa lettera sta ad indicare la parte UTILE del tagliente, ovvero il MASSIMO che possiamo “mangiare” con la nostra fresa. Come per il diametro, possono esserci varie altezze. Un esempio pratico è la fresa FR.306 (Fresa positiva e negativa) dove viene indicato il confine tra i due tipi di tagliente.

L = Lunghezza totale della fresa, compreso il gambo, parte utile, viti varie e qualsiasi altra cosa che potrebbe allungare il vostro utensile.

S = Tanto amato e tanto sbagliato da molte persone (inconsapevolmente, tranquillo, ora che sai puoi bulleggiarti con i tuoi amici) questa simpatica quota è l’indicatore del diametro del CODOLO DI ATTACCO.

R= Dimensione del Raggio, sempre in mm. Anche in questo caso ci potrebbero essere più raggi nella fresa e saranno indicati sempre come R1 – R2 – R3 così via.

K= Spessore del corpo; possiamo trovare questa quota nei coltellini intercambiabili (esempio codice FR.811). Indica quanto è spesso il corpo e in base ad esso quante volte lo si può affilare.

A= Gradi di inclinazione. Possiamo trovarla in una fresa per smussare, indicando lo smusso, come potrebbe esserci anche in una fresa per lettere (di solito 60° o 90°).

 

Queste sono tutte le quote presenti nel nostro sito ed è la linea guida da tenere in considerazione per ogni vostro acquisto da qualsiasi altra parte.

Non sempre però le cose sono ben fatte e come ce le immaginiamo, il nostro consiglio è quello di fare sempre affidamento all’immagine dove (di questo ne sono sicuro, fosse il contrario fatemi il piacere di non prenderci niente, saranno sicuramente delle frese importate di una grande catena) sarà raffigurata la tua fresa con le lettere del produttore.


 

Concludendo

Quello che abbiamo imparato oggi è un aspetto che merita la perdita di qualche ora per apprendere ed imparare bene le caratteristiche a memoria. Sono delle “Sigle” classiche, che hanno molti anni alle spalle e ne avranno di sicuro per altrettanti avanti a loro (quindi sono ore ben spese, per farla chiara e veloce).

Tutto questo però sarà vano e le tue fresate ne risentiranno se ti affidi alla ferramenta “da Mario” (scusa, nome inventato) di turno o alla GDO (grande distribuzione … scusa per la sigla ma oggi siamo in “tema”) che il loro primo pensiero è quello di guadagnare il più possibile, il prima possibile, a discapito naturalmente del povero e ignorante consumatore che rimane il più delle volte fregato.

Affidare la riuscita di una lavorazione, o in questo caso di una fresata “liscia e senza bruciature” come piace chiamarla a noi, è solo uno dei passi principali per iniziare a lavorare come i migliori e concentrarsi solamente delle cose che contano davvero nel tuo lavoro … come la soddisfazione  del cliente finale, che sia “Marco” che alla fine del mese ti fa entrare i soldi per sfamare la tua famiglia, o “Roberto” che ti dirà un semplice grazie per la tua bella lavorazione e vedrà giocare il nipotino in modo sicuro e senza sbeccarsi le mani, riempendo il proprio cuore di orgoglio e gioia, cose inestimabili al giorno d’oggi.

Noi di Fraiser non siamo generalisti o importatori, siamo specializzati in frese per legno, ROBUSTE frese per legno, che durano 3 volte in più rispetto alle alternative economiche e sono usate dai migliori del tuo settore.

Affida le tue lavorazioni a specialisti! Fraiser è il primo brand specializzato esclusivamente in robuste frese Italiane per legno che nasce e distribuisce online.
 
● 300% + ROBUSTE e DURATURE rispetto alle alternative economiche grazie ai nostri trattamenti tecnologici basati su una SPECIALE e SEGRETA combinazione dei parametri di temperatura – durata (per la tempra) e calore – pressione (per la sinterizzazione)
● Spedizione in 24 ORE oppure è GRATIS
● 101% SODDISFATTO o RIMBORSATO
● Reso GRATUITO
● Spedizione GRATIS (sopra 100€)

Hai già scelto la tua Robusta Fraiser?

 

Se invece hai già in mente la lavorazione che dovrai eseguire ma NON sai che fresa scegliere, fortunatamente per te, il nostro TEAM di Fraiser composto da ingegneri, esperti ed artigiani sono a completa disposizione per una consulenza GRATUITA, consigliandoti in base alle tue attrezzature ed esperienza il modo corretto in cui puoi rendere la tua fresata liscia e senza bruciature, passando dall’inferno di dover ogni volta scervellarti ed ingegnarti (manco fossi l’Einstein del 2030) al paradiso di godere una tranquillità e pazienza da monaco ZEN, perché puoi ricevere consigli personalizzati e su misura per te!


Anche per oggi è tutto, buona fresata (molto più acculturata, da oggi)

Matteo

It’s a Fraiser generation

 

Commenta con Facebook

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.