Come risolvere i 6 problemi più comuni durante la fresatura del legno

Come il più falso dei Giudei, anche tu dopo aver rinnegato la tua fresatrice, al terzo canto del gallo sei già al terzo errore di fresatura e continui come se niente fosse ?

Possiamo applicare tutto alla lettera, seguire ogni regolina e consiglio disponibile e sentito dai più tibetani del Tibet ma ogni volta può capitare un nuovo problema.

Come possiamo fare ? Importante è individuare il problema e conoscere bene le soluzioni per risolverlo

Con l’esperienza di quasi 50 anni nel settore abbiamo (come sempre) chiesto aiuto ai fresatori più esperti e risposto in modo ESAUSTIVO – SEMPLICE e VELOCE ai 6 problemi più comuni che potresti incontrare durante la fresatura del legno.

 

i 6 problemi più comuni durante la fresatura del legno

Ecco un elenco dei principali problemi affiancati dalle soluzioni che ti propongo;

 

1° Problema: CATTIVA FINITURA (ovvero una brutta lavorazione finita)

Se il problema consiste in una cattiva finitura, ovvero una brutta lavorazione finita, il consiglio è quello di provare a:

DIMINUIRE

  • PROFONDITÀ DI TAGLIO, magari eseguite più passate per asportare la stessa quantità
  • VIBRAZIONI, assicuratevi di aver stretto tutto alla perfezione, dall’utensile al pezzo

AUMENTARE

  • VELOCITÀ’ DI ROTAZIONE, aumentate i giri della fresa dove sia possibile.
  • ASPIRAZIONE TRUCIOLO, una migliore aspirazione del truciolo comporta una lavorazione più pulita quindi meno stressante per la fresa.
  • NUMERO DI TAGLIENTI, provate ad usare una fresa con più taglienti, magari è proprio quello che vi manca.
  • SERRAGGIO FRESA-MANDRINO, stesso discorso per le vibrazioni del pezzo, cercate una accoppiata vincente, guardate se c’è gioco tra i due e aggiustatelo in tal caso.

 

2° Problema: USURA DEL TAGLIENTE (la vostra fresa si consuma troppo alla svelta)

Stai consumando più frese te che la linea di produzione di Ikea ?

Prova a

DIMINUIRE

  • VELOCITÀ DI ROTAZIONE, fai girare la tua fresa un po’ più piano
  • VIBRAZIONI, assicuratevi di aver stretto tutto alla perfezione, dall’utensile al pezzo

AUMENTARE

  • VELOCITÀ DI AVANZAMENTO, spingi il pezzo (o nel CNC cambia il parametro) più velocemente

3° Problema: LA FRESA BRUCIA

 

Questo succede quando diventa nera sia la fresa che il pezzo, nel vero senso della parola brucia il pezzo

Non chiamate i pompieri e non usate l’acqua, mi raccomando 🙂 !!

DIMINUIRE

  • VELOCITÀ DI ROTAZIONE, questa volta la facciamo girare più piano
  • NUMERO DI TAGLIENTI, prova ad usare una fresa con meno taglienti (il parametro “z”)

AUMENTARE

  • VELOCITÀ DI AVANZAMENTO, spingi il pezzo (o nel CNC cambia il parametro) più velocemente

4° Problema: DEPOSITI SUL FILO TAGLIENTE

 

Il tagliente si intasa, ci rimangono attaccati dei pezzi di scarto del legno.

DIMINUIRE

  • PROFONDITÀ DI TAGLIO, magari esegui più passaTe per raggiungere la profondità desiderata

AUMENTARE

  • VELOCITÀ DI ROTAZIONE, fai girare più veloce la tua fresa
  • AVANZAMENTO, spingi il pezzo (o nel CNC cambia il parametro) più velocemente
  • ASPIRAZIONE, cerca di aumentare l’aspirazione o inserirla dove manca

5° Problema: VIBRAZIONI ECCESSIVE

 

E’ abbastanza facile accorgerti di questo problema; attenzione alle eccessive vibrazioni che sono un segno che c’è qualcosa che non va, da qualche parte.

DIMINUIRE

  • VELOCITÀ DI ROTAZIONE, fai girare più piano la tua fresa
  • PROFONDITÀ DI TAGLIO,magari esegui più passate per raggiungere la profondità desiderata

AUMENTARE

  • STABILITÀ FRESATRICE, prova a fissarla meglio o controlla i giunti tra le parti meccaniche (mandrino, pinza, albero)
  • STABILITÀ PEZZO DA LAVORARE, cercate di fissarlo meglio, magari metteteci dei “pettini” o qualche guida.

6° Problema: ROTTURA DELLA FRESA

 

Il peggiore dei problemi (perché per risolverlo la prima volta bisogna ricomprare la fresa).

Una volta disponibile l’utensile nuovo, provate a:

DIMINUIRE

  • AVANZAMENTO, spingi il pezzo (o nel CNC cambia il parametro) più lentamente e cerca di non fare strattoni grandi
  • PROFONDITÀ DI TAGLIO, magari esegui più passate per raggiungere la profondità desiderata
  • VIBRAZIONI, assicurati di aver stretto tutto alla perfezione, dall’utensile al pezzo

AUMENTARE

  • DIAMETRO DELL’ ATTACCO, rafforzando la fresa quindi la resistenza alla rottura
  • PRESA IN PINZA, cerca magari di prenderla di più, inserisci l’attacco della fresa (il gambo) più dentro possibile !

Pulite anche la pinza e cambiatela (come abbiamo visto nel problema n°4) se avete la possibilità.

 


 

Ed ecco che siamo arrivati alla fine, finalmente penserai, di questi 6 principali consigli.

La fresatura è una bellissima “disciplina”, la cosa che mi colpisce di più è che hai veramente 1000 tipi di varianti e, applicando naturalmente tutte le regole di base e le dovute precauzioni, puoi dare spazio alla tua creatività e fare 1000 cose diverse.

E anche per oggi ho finito.

Stare attento ai dettagli e cercare di apportare anche il minimo accorgimento può farti fare il passo che serve per rendere professionale la tua fresatura e dare una svolta alla tua attività.

Se, come spero e ho scritto sopra, hai trovato utile e di tuo gradimento questa guida e, se stai sbavando come un cagnolino davanti al suo osso aspettando i prossimi articoli e vuoi conoscere ogni piccolo segreto per rendere liscia e splendente la tua fresata, senza aspettare ulteriore tempo, per te ho studiato e creato

LA GUIDA GRATUITA PER RENDERE LA TUA FRESATA LISCIA E SENZA BRUCIATURE .

  • Scopri quali sono i trucchi della Fresata professionale, quelli che NESSUNO dei generalisti del giorno d’oggi conosce, nella guida gratuita.
  • 24 pagine ESCLUSIVE scritte consultando artigiani con esperienza quarantennale
  • Dedica pure più tempo ai tuoi hobby grazie alla pagina da appendere nel tuo laboratorio per non dimenticare, te e i tuoi colleghi, gli errori più banali che rischiano di farti perdere quel cliente a cui tieni tanto
  • Contiene ”I Consigli di Fraiser”

COME FARE PER AVERLA ?

Facile, basta CLICCARE QUI e seguire le semplici istruzioni.

Per qualsiasi informazione e/o domanda, puoi contattarmi QUI, sarai ricontattato il prima possibile.

Grazie ancora e mi raccomando, da oggi voglio vedere e sentire parlare di fresate lisce e senza bruciature !

 

 

Grazie ancora,

al prossimo articolo.

 

Matteo

It’s a Fraiser Generation !

Commenta con Facebook

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.