Frese Diamantate per Legno – Quali sono le Caratteristiche Fondamentali che devi conoscere per Aumentare di 40 volte la tua Produttività

Ciao fresatore!

Come promesso all’interno della Fraiser Community (non sai cos’è la Fraiser Community??? Corri a iscriverti su Facebook: https://www.facebook.com/groups/Frese.Fraiser.community/) perché ti stai perdendo il primo gruppo dedicato alla fresatura del legno dove è possibile interagire con molti altri appassionati ed esperti direttamente dal tuo pc o cellulare!), oggi voglio trattare un argomento di enorme interesse fra i nostri amici fresatori: le frese diamantate per legno.

Si chiamano in questo modo perché il tagliente, anziché essere la solita placchetta in metallo duro che magari sei già abituato a vedere ed utilizzare, è invece realizzato nel pregiatissimo diamante policristallino, il materiale più duro in natura, che permette al tagliente di durare fino a 40 volte di più rispetto a quello in metallo duro.

Le frese in diamante rappresentano il meglio a disposizione quando è richiesta la fresatura di molti pezzi in serie ed è fondamentale evitare di interrompere la produzione per sostituire la fresa usurata, perdendo prezioso tempo che si traduce in ritardi sulla consegna dei pezzi manufatti.

Come potrai già immaginare, questi preziosi utensili costano di più rispetto a quelli in metallo duro e acciaio ed è per questo motivo che devi conoscerne le caratteristiche fondamentali, altrimenti sarai in balia del venditore che nella stragrande maggioranza dei casi (eccetto Fraiser, naturalmente) tenterà di appiopparti la fresa più costosa e se non sei particolarmente fortunato non sarà nemmeno idonea al tuo lavoro (tanto la stragrande maggioranza dei venditori “multi-utensile” non capiscono una mazza di frese), facendoti perdere prezioso tempo e denaro.

Quindi leggi bene questo articolo e le tue competenze schizzeranno alle stelle! Potrai divertirti quindi a bastonare (metaforicamente) i vari venditori che si fingono esperti ma che invece pensano solo ad alleggerirti il conto in banca.

Prima di partire a 24000 RPM permettimi una precisazione: in questo articolo tratteremo le frese diamantate per pantografo e fresatrice verticale/orizzontale, quelle cioè con codolo (detto anche gambo, o attacco maschio) che sono la specialità di Fraiser.

Iniziamo introducendo la fresa Fraiser in diamante più semplice che tu possa mai adoperare, la D103:

Fresa diamantata a tagliente positivo Z=2

La puoi trovare qui => https://www.fraisertools.com/it/fresa-diamantata-a-tagliente-positivo-z-2.html

 

Questa fresa è l’ideale per lavorare pannelli in truciolare, MDF, multistrato, legni duri e senza nodi.  Il tagliente è composto da 2 placchette in diamante (quindi la sua descrizione indicherà “Z2”) diritte, saldate al corpo in metallo duro.

 

 

Rispetto alle frese con 1 solo tagliente (Z1), la presenza di 2 taglienti permette di aumentare la velocità di avanzamento nel legno ed il livello di finitura superficiale.

In generale, all’aumentare del numero dei taglienti aumentano la velocità di avanzamento ed il livello di finitura e volendo semplificare estremamente il discorso possiamo darti questi intervalli di velocità (il valore esatto dipende da tanti altri parametri, contatta sempre il tuo fornitore di fiducia per evitare danni irreparabili…e se il fornitore non sa aiutarti salutalo subito!) giusto per farti capire con i numeri la differenza:

  • Frese Z1: da 2 a 5 m/min.
  • Frese Z2: da 5 a 10 m/min.
  • Frese Z3: da 10 a 15 m/min.

 

AVVERTIMENTO N.1: non fidarti del venditore che ti propone una fresa in diamante con un solo tagliente (Z1 quindi), soprattutto se devi realizzare più pezzi (ci impiegheresti un’eternità) ed hai bisogno di una buona finitura superficiale! Sta cercando di svuotarti il portafogli scambiando il tuo denaro con un prodotto quasi sicuramente inutile per le tue esigenze.

 

A questo punto posso introdurti una evoluzione della Fraiser D103: la D104, che ti permette di eseguire dei canali su pannelli in MDF, truciolare e multistrato laminato.

Fresa diamantata a tagliente negativo Z=2

La puoi trovare qui => https://www.fraisertools.com/it/fresa-diamantata-a-tagliente-negativo-z-2.html

Il tagliente della D104 è sempre composto da 2 placchette in diamante (Z2) saldate al corpo in metallo duro ma questa volta sono inclinate rispetto all’asse della fresa:

In questo caso la fresa ha la caratteristica del tagliente assiale che come mostrato in Fig.3 è definito negativo, cioè che tende a spingere il truciolo verso il basso durante la lavorazione garantendo una finitura eccellente sulla parte superiore del pannello.

Grazie al tagliente assiale negativo, che spinge verso il basso, la fresa è perfetta per realizzare canali nei legni rivestiti perché il rivestimento non corre il rischio di essere strappato via.

 

AVVERTIMENTO N.2: non fidarti del venditore che ti propone una fresa in diamante senza tagliente assiale per realizzare un canale in un legno rivestito…ti ritroveresti con il rivestimento strappato ed una finitura orrenda! Affidati solo a degli specialisti in grado di fornirti sempre gli strumenti giusti per poter lavorare al massimo delle tue capacità, senza perdite di tempo e denaro.

 

Un’altra caratteristica fondamentale del tagliente assiale è che il taglio avviene in modo molto più dolce e preciso rispetto alle frese a tagliente diritto, con l’effetto che durante la realizzazione del canale la fresa sforza di meno, non scheggia e la finitura migliora.   L’effetto migliora al crescere del valore dell’angolo assiale (si parte da circa 5° nelle frese più piccole e con pochi inserti fino ad arrivare intorno ai 30° nelle frese più grandi e con più inserti).

 

Bene, abbiamo visto i 2 modelli basilari di fresa diamantata, che sono limitati ad un diametro massimo di 12mm. Passiamo ora ad un modello di fresa in diamante più   sofisticato e di dimensioni maggiori, che troverai nel nostro sito www.fraisertools.com, la D107:

Fresa diamantata per legno Z=2+2

La puoi trovare qui => https://www.fraisertools.com/it/fresa-diamantata-per-legno-a-tagliente-assiale.html

 

 

La D107 è una fresa in diamante elicoidale, dove le placchette di diamante sono appunto disposte lungo la fresa su dei percorsi a forma di elica.

In questo caso le eliche sono 4 e possono alloggiare fino a 25 placchette in diamante (rif. D107.250.68D). Ovviamente anche in questa fresa è presente la caratteristica del tagliente assiale, con ben 30 gradi di inclinazione!

Il risultato di tutto ciò è che la fresa è ottima per lavorare i pannelli in truciolare rivestito, MDF rivestito, multistrato rivestito e legni duri senza nodi, con un’eccellente finitura ed un’elevata velocità di avanzamento.

In oltre, come potrai notare guardando bene la punta, la prima fila di placchette ha un angolo positivo mentre le successive negativo. Questa caratteristica permette alla fresa di rimanere incollata al pannello e di generare una finitura eccellente sia sopra che sotto (parte alta e bassa del pannello).

 

AVVERTIMENTO N.3: Nella stragrande maggioranza dei casi i venditori proveranno ad appiopparti frese all’apparenza simili alla FRD.107 ma con solo 20 gradi di inclinazione del tagliente assiale. Le prestazioni (in termini di finitura e avanzamento) saranno quindi molto inferiori! Ora che lo sai verifica bene prima di acquistare (parliamo di frese importanti che non costano come una punta da trapano…meglio spendere qualcosina in più ed avere la certezza che non abbiamo sprecato denaro e tempo).

 

L’ultimo modello di fresa diamantata che analizziamo è la D303 e serve per il taglio ad alta velocità (il termine tecnico è NESTING) di pannelli nobilitati, rivestiti, laminati, MDF e OSB:

Fresa diamantata per nesting

La puoi trovare qui =>  https://www.fraisertools.com/it/fresa-diamantata-per-nesting.html

 

La D303 ha fino a 18 placchette in diamante disposte lungo 3 eliche, garantendo una velocità di avanzamento elevata ed una ottima finitura, oltre che bassa rumorosità.

Ovviamente, anche nella FRD303 come la FRD107, come puoi vedere dalla figura 4 la prima fila di placchette ha un angolo positivo mentre le successive negativo. Questa caratteristica permette alla fresa di rimanere incollata al pannello e di generare una finitura eccellente sia sopra che sotto (parte alta e bassa del pannello).

NOTA BENE: spesso il valore associato al fattore Z (il numero di taglienti visto prima) delle frese in diamante elicoidali è difficilmente intuibile. Ad esempio la D107.200.42D ha un totale di 20 placchette distribuite su 4 eliche ed il valore associato a Z è 2+2. Cosa significa? Significa che se prendo un punto fisso della fresa nella zona di taglio e ruoto la fresa di 360°immaginando la linea generata da quel punto fisso, questa linea incontrerà 2 denti. Quindi incontrerà 2 denti in fondo alla fresa, 2 denti al centro e 2 in alto (da qui il 2+2, che sarebbe in realtà 2+2+2+2+…fino ad arrivare alla somma 20). La FRD303 è invece una Z 3+3.

Tranquillo, capisco che in un primo momento il tutto ti possa sembrare complicato…ma stiamo analizzando le frese in diamante ed è come se ad un appassionato di automobili gli spiegassero in 10 minuti come è fatta una Formula1…ci capirebbe ben poco all’inizio ma poi con il tempo i concetti ti risulteranno più semplici e famigliari.

Cosa resta da dire? un’altra caratteristica importante delle frese in diamante è l’altezza dell’inserto, che può variare da 2.5 a 4.5mm e determina quindi il numero massimo di affilature che potrai richiedere (si va da circa 3 per 2.5mm a circa 10 per 4.5 mm), oltre che ovviamente il costo della fresa.

Ah quasi dimenticavo…il diamante che utilizziamo per i nostri inserti è del tipo “element six”, il più prestazionale di tutti (taglia di più, più a lungo). La prossima volta che interagisci con un venditore chiedigli se anche le sue frese hanno il diamante “element six”…probabilmente non saprà nemmeno cos’è e ti risponderà “ma il diamante è sempre diamante che differenza ci sarà mai” …mannaggia l’ignoranza!

Ma ora tu sei più istruito di lui quindi non ti farai fregare lasciandogli i tuoi soldi in cambio di un prodotto obsoleto che taglierà male e perderà il filo in poco tempo, costringendoti a lavorare in un modo che non valorizza le tue vere capacità e che alla lunga ti farà perdere tempo e denaro.

Infine, devi essere anche in grado di valutare il materiale del corpo della fresa in diamante, che può essere realizzato in:

  1. acciaio speciale ad alta resistenza;
  2. metallo duro (widia, ancora più resistente dell’acciaio ma meno flessibile);
  3. densimet (una lega antivibrante che migliora la resistenza e l’operabilità della fresa, come nella FRD303).

Andando dall’opzione 1 alla 3, a parità di altre caratteristiche aumenterà anche il costo della fresa.

 

**************************************
Versione Video Articolo Frese Diamantate

**************************************

Per concludere riguardo le frese in diamante

Complimenti Fresatore! Se sei arrivato a leggere fin qui significa che hai apprezzato l’articolo e che sei veramente motivato e determinato a migliorare le tue competenze sulle frese per legno!

Hai capito che è fondamentale apprendere quei concetti che ti permetteranno di evitare di cadere nelle trappole letali nascoste dai vari venditori multi utensili che hanno invaso il mercato inquinandolo con l’ignoranza (non sanno assisterti in nessun caso) e con prodotti non professionali, quelle trappole che cattureranno per sempre la tua passione per la lavorazione del legno trasformandola in una dolorosa frustrazione.

E se sei solo agli inizi del tuo percorso di fresatore e (giustamente) non ti senti ancora sicuro, l’unica soluzione per evitare le suddette trappole è quella di affidarti a degli specialisti in grado di assisterti in ogni momento in modo preciso e sicuro e che possono fornirti frese che durano il 300% in più rispetto alle alternative non professionali!

Affidati a Fraiser, il primo marchio specializzato esclusivamente in robuste frese verticali per legno, che nasce e distribuisce direttamente online!

***********************************************************************************************

Se questo consiglio ti è stato utile e vorresti migliorare le tue competenze, ma per colpa dei consigli quasi sempre sbagliati di tuo cugino, dei tuoi amici o della ferramenta sotto casa non ci riesci MAI e le tue lavorazioni sono sempre la brutta copia di quello che avevi in testa, ho una SUPER notizia per te.

L’analisi di tutti questi quesiti e le soluzioni che abbiamo fornito ci hanno fatto accumulare tanta esperienza nel corso del tempo ed oggi, con molta umiltà, possiamo confermare quello che dicono i nostri clienti di noi: 

SIAMO DIVENTATI GLI ESPERTI DELLE FRESE E DELLA FRESATURE DEL LEGNO!

Ed è proprio questa grande responsabilità che ci è stata conferita dai nostri stessi clienti, che ci ha spinto a raccogliere e sintetizzare tutte le competenze nel primo ed unico manuale dedicato a chi vuole conoscere le nozioni fondamentali sulle frese e sulla fresatura del legno!

Fresatore Felice è il primo ed unico manuale che ti insegna in modo semplice e veloce tutte le nozioni fondamentali sulle frese e sulla fresatura del legno, per diventare finalmente abile ed autonomo nel creare quelle lavorazioni che ti rendono così fiero e felice!

E solo per te che stai leggendo questo articolo puoi prendertelo ad un PAZZO PREZZO

Usa il codice ” BBLOG ” per ricevere un BUONO DEL 50% sul tuo nuovo manuale
Clicca qua => Manuale Fresatore Felice

 

Matteo
Rock & Fraiser

 

Commenta con Facebook

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.