La lezione da imparare dopo lo scorso Lunedì quando, come nel peggiore degli incubi , degli incompetenti ci hanno fatto abbandonare la speranza di lottare per il nostro quinto titolo mondiale

Dopo l’arrabbiatura per la nazionale di calcio è il momento di decidere bene a chi affidare le tue emozioni.

Tranquilli amici miei, lo sappiamo già benissimo tutti (e ne abbiamo le pxxx piene visto l’accanimento dei mass media) che la scorsa settimana la nostra nazionale di calcio non è riuscita a qualificarsi per i prossimi campionati mondiali di calcio ed in questo  articolo non mi metterò certo a criticare le stesse cose di tutti come i troppi allenamenti, l’assenza di fuoriclasse, la poca motivazione dei calciatori, la sbagliata alimentazione ecc…non sono infatti un allenatore e con molta umiltà ammetto che ci capisco ben poco di calcio.

Quello che però mi ha fatto riflettere, parallelamente all’amarezza di non poter tifare la nazionale nella competizione più importante al mondo assieme ai famigliari ed amici di forte ad un maxi schermo ed indossando la maglietta del nostro campione preferito (quest’anno non c’era l’imbarazzo della scelta…), è l’enorme potere che una notizia come questa esercita su tutti noi!

Insomma, martedì scorso tutti i colleghi e gli amici avevano una faccia da funerale ed immaginate come possa essere andata tutta la loro giornata (e fra l’altro qui nella provincia di Pesaro c’era anche pioggia e catinelle…per non farsi mancare nulla).

Se invece la nazionale avesse battuto la Svezia con i famosi 2 gol di vantaggio, quel martedì sarebbe stato ricco di gioia in famiglia e produttività al lavoro!

In pratica, la felicità e la produttività della maggior parte degli italiani era in mano ad un allenatore ed al suo piccolo esercito di calciatori, che agli occhi di tutti noi sembravano gli specialisti, i migliori in Italia nel loro campo, ma considerando la nostra tradizione calcistica e vista la figuraccia rimediata…direi proprio che ci siamo sbagliati. Cavolo l’Italia è sempre stata protagonista nelle competizioni importanti! Non dovremmo essere inferiori a certe nazionali che non vantano la nostra tradizione e che sono formate da personaggi che guadagnano molto meno dei nostri.

È evidente e banale ammettere che la scelta della squadra (inclusi allenatore, preparatori ecc..) è stata sbagliata, non poteva essere la scelta migliore possibile per rappresentate la nostra nazione, sicuramente ci saranno degli specialisti migliori in Italia.

Gli specialisti infatti sono un riferimento per la loro disciplina in quanto hanno portato avanti e migliorato una tradizione positiva in un certo settore.

Quando ti affidi a specialisti, godi. Quando ti affidi a generalisti invece, soffri.

Il discorso vale in tutti i settori: pensa alla tua passione per la lavorazione del legno, alla quale dedichi tutto il tuo tempo libero (se sei un hobbista…altrimenti ci dedichi ancora più tempo!) per realizzare delle belle opere da poter mostrare ai tuoi famigliari ed amici. Se hai scelto da solo la fresa, perché il tuo fornitore non ti ha mai guidato alla soluzione più adatta alla tua lavorazione, è molto probabile che tu non sia mai riuscito ad esprimere al massimo il tuo talento e la  tua creatività perché, non per colpa tua, ti mancavano gli elementi fondamentali per realizzare quell’opera  che avrebbe lasciato a bocca aperta i tuoi famigliari ed amici i quali ti avrebbero ammirato ed acclamato come il Leonardo Da Vinci dei nostri giorni !

A questo punto starai imprecando contro il tuo fornitore….ma voglio spendere qualche parola in suo aiuto: il problema non è che il tuo fornitore è cattivo…il problema è che ha a catalogo troppe famiglie di prodotti e di conseguenza non può essere specializzato su una singola di esse! È la mancanza di specializzazione che non gli permette di guidarti alla scelta della soluzione più adatta alle tue esigenze! 

Questo è stato il motivo che mi ha spinto a raccogliere i quasi 50 anni di esperienza della mia famiglia nel campo degli utensili ed a specializzarmi solo sulle frese per legno per creare Fraiser, l’unico brand specializzato esclusivamente in robuste frese per legno che durano il 300% in poi rispetto alle alternative non professionali.

In questo modo posso aiutare il maggior numero di professionisti ed amanti del fai da te con esigenze professionali a lavorare come i migliori del settore e le numerosissime testimonianze di gente entusiasta che abbiamo ricevuto negli ultimi mesi lo confermano!

Sono sicuro che anche tu, ora che hai capito l’importanza di affidarti a degli specialisti, non sprecherai più il tuo tempo, energie ed emozioni per lavorare al di sotto delle tue vere potenzialità, utilizzando frese e tecniche non adatte.

Proprio per facilitarti in questo abbiamo creato il primo ed unico servizio gratuito di consulenza sulla scelta della robusta fresa Fraiser più adatta alle tue esigenze!

Se invece sai già qual’è la Fraiser più adatta alle tue esigenze non resta che fare una piccola visita (di cortesia è, non fraintendermi) e consultare tutte le Robuste Frese Italiane

 

Matteo

It’s a Fraiser generation

Commenta con Facebook

Leave a Reply