Legno di Noce: Caratteristiche e Applicazioni [Esperto del legno Vol. 4]

Esperto del legno vol 4 - Il noce

Ciao a tutti amici lettori, oggi nella nostra richiestissima rubrica che ci insegna tutto quello che dobbiamo sapere sul legno, per migliorare le nostre amate lavorazioni e rispettare maggiormente l’ambiente in cui viviamo, evitando gli sprechi dovuti ad errori grossolani, parleremo del Noce.

Dopo l’articolo sul Castagno, sul Multistrato e sulla Betulla, in questo quarto appuntamento alziamo un po’ l’asticella del valore in quanto il noce, oltre a generare dei frutti buonissimi e ricchi di proprietà nutritive (che ognuno di noi dovrebbe mangiare quotidianamente…ricordi il proverbio “una mela al giorno toglie il medico di torno”, ebbene dovremmo cambiarlo in “tre noci al giorno tolgono il medico di torno!” e non lo dico io ma i migliori nutrizionisti di oggi), si presta per realizzare delle lavorazioni pregiate.

Introduzione

Albero di noce

Il Noce è un albero che viene abbondantemente coltivato nelle colline e basse montagne di tutto il mondo, per la qualità del suo legno e la ricchezza del suo frutto. Può superare i 30 metri di altezza ed un metro di diametro ed il suo colore, unito alle proprietà meccaniche, lo rendono particolarmente apprezzato nel settore dell’arredamento di lusso.

Caratteristiche

  • Buona resistenza meccanica: resiste bene alla trazione, flessione, torsione e compressione, quindi ti permette di realizzare delle strutture robuste.
  • Scarsa elasticità e flessibilità: è difficile curvare il legno per realizzare geometrie varie.
  • Media durezza: è facile incidere il legno con il giusto utensile.
  • Leggero: il peso massimo del legno noce umido non supera i 900 kg per metro cubo.
  • Discreta Durabilità: le caratteristiche si mantengono discretamente con il passare del tempo, a patto di evitare gli ambienti umidi.
  • Colore bruno tendente al grigio: molto apprezzato nel settore dell’arredamento di lusso.

Tipologie

Abbiamo già capito che il noce è diffuso in tutto il mondo e di conseguenza ne esistono varie tipologie a seconda della provenienza. Qui di seguito le principali:

  • Noce nazionale (o noce europeo): presenta il colore e la venatura tanto apprezzati nel settore dell’arredamento di lusso. È il protagonista indiscusso della nostra rubrica di oggi.
  • Noce nero americano: è più duro e scuro del noce nazionale e tende a scolorirsi nel tempo. È leggermente meno costoso.
  • Noce americano cinerea-grigio: è decisamente più chiaro, tenero ed economico del noce nazionale.
  • Noce brasiliano: dal colore castano chiaro, viene utilizzato anche sotto forma di pannelli e compensati.
Il frutto del noce

Il frutto del noce

Utilizzi

In ambito industriale ed artigianale, il legno noce viene prevalentemente utilizzato per realizzare:

  • Mobili pregiati.
  • Interni di auto lussuose.
  • Intarsi.
  • Impiallacciature (mediante un sottilissimo tranciato di legno, detto piallaccio, che ricopre un altro materiale, tipicamente multistrato; cornici e manufatti ornamentali).
  • Bocce e strumenti musicali.
  • Rivestimenti di pareti e contro soffitti (sotto forma di doghe).

Pregi e Difetti

  • Buona lavorabilità e facilità di taglio, con l’utensile e l’attrezzatura idonea.
  • Buona attitudine alla finitura: si presta ad essere levigato, verniciato e lucidato.
  • Resistenza meccanica stabile nel tempo, a patto di evitare gli ambienti umidi.
  • Il colore bruno tendente al grigio, con striature che possono tendere al nero, assieme alla venatura, sono le caratteristiche estetiche che hanno contribuito al successo del legno noce nell’arredamento di lusso.
  • Teme l’umidità: sconsigliato l’uso all’aria aperta
  • Facilmente attaccabile dai parassiti, soprattutto in ambienti umidi.
  • Prezzo elevato: la produzione nazionale non è sufficiente a soddisfare la domanda crescente del mercato.

Curiosità

Pur vantando delle caratteristiche eccellenti, il prezzo piuttosto elevato tende a limitarne l’utilizzo. Nei periodi storici di massima diffusione il noce sostituì la quercia come legno per arredamento di lusso mentre al giorno d’oggi c’è la tendenza ad utilizzare sempre più il mogano (lo vedremo prossimamente).

Suggerimenti Utili

Come si pulisce un mobile o un intarsio in noce?

Per la manutenzione giornaliera occorre spolverare le superfici con un panno di cotone morbido ed asciutto. Per la manutenzione mensile è consigliabile utilizzare una cera spray che dona più lucentezza alle superfici e rimuove la polvere.

Utensili da utilizzare

Per una produzione limitata consiglio senza ombra di dubbio tutti gli utensili di serie in metallo duro HM (HW widia ). Invece per grandi produzione in serie sicuramente, come abbiamo già imparato dai precedenti post, consiglio di adottare il diamante policristallino (PKD o PCD, che è sempre la stessa cosa ma ognuno usa sigle diverse!).


 

Anche oggi siamo giunti alla fine dell’articolo ed abbiamo appreso importanti nozioni sul noce, che spero possano esserti utili per le tue prossime lavorazioni ed evitare gli sprechi di materiali perché “Ogni volta che tagliamo un albero e come se togliessimo un pezzettino di polmone della terra”.

A noi di Fraiser sta molto a cuore preservare e curare la natura: i cambiamenti climatici, le continue precipitazioni e catastrofi naturali sono sempre più frequenti ed evidenti e, nel nostro piccolo, cerchiamo di diffondere alcune semplici regole per vivere meglio in simbiosi con la natura.

Ti ricordo che il noce è un legno pregiato e costoso e si merita tutte le nostre attenzioni durante le lavorazioni!

Non vorrai mica buttare via (tanti) soldi sbagliando la tua lavorazione?

Utilizzare degli utensili robusti, costruiti con materiali certificati da specialisti che non pensano solo all’importazione di prodotti ed a riempire le proprie tasche, è solo uno dei tanti segreti per riuscire ad essere efficienti e produttivi nella propria attività (sia giornaliera che hobbistica) e realizzare prodotti invidiabili dalla concorrenza.

Perché dico questo ?
Perché hai la possibilità di lavorare come i migliori del tuo settore grazie alla robusta fresa Fraiser e, se fossi in te, andrei subito ad acquistarla (www.fraisertools.com).

Ti ringrazio per aver letto il quarto volume dell’esperto del legno; per qualsiasi domanda/informazione/curiosità non esitare a scrivermi, sarò lieto di aggiornare il post e cercare di renderlo il più completo possibile per toglierti ogni fastidiosissimo dubbio.

 

A presto

Matteo

It’s a Fraiser generation !

Commenta con Facebook

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.