Legno di Rovere: Caratteristiche e Applicazioni [Esperto del legno Vol. 8]

rubrica di Fraiser Tool

Ciao!  Ci troviamo in pieno ottobre, il mese dei funghi e (magari ce ne fossero…) tartufi, due buonissimi alimenti che spingono la maggioranza di noi uomini a trascorrere delle ore in mezzo ai boschi, per cercare di riempirne il cestello (o meglio le tasche nascoste della giacca…parlando di tartufi!) e fare i fighi con i nostri amici e famigliari una volta tornati a casa!

Anche quando il cestello rimane mezzo vuoto, scommetto che il solo fatto di camminare in mezzo al bosco ti fa stare comunque bene, in pace ed armonia. Questo perché prima di tutto il fare movimento in un luogo non inquinato giova di sicuro alla salute ed in secondo luogo ci piace (almeno a me molto) osservare i meravigliosi alberi che la natura ha creato.

Ed uno degli alberi più presenti nei nostri boschi è la quercia, dalla quale si ricava il protagonista dell’appuntamento di oggi con la tanto attesa rivista sul legno: il rovere.

Visto che ti piace così tanto la natura, direi che è fondamentale aumentare le tue competenze sul rovere, per permetterti di evitare di sbagliare le tue lavorazioni e causare sprechi di materiale!  In oltre, ricordati che se vuoi evitare di sprecare anche il tuo tempo ed i tuoi soldi, devi cercare di migliorare enormemente le tue fresate, aumentando le tue competenze in materia ed utilizzando le stesse frese adottate dai migliori del settore, come le robuste Fraiser.

Per quanto riguarda l’articolo, dividerò i principali paragrafi in sezioni schematiche, in modo da renderti la lettura più scorrevole e meno impegnativa. Ho cercato di rendere tutto più concentrato possibile per non crearti confusione e trasmetterti solo quello che conta.

  

Legno di Rovere

foto di una quercia da dove si ricava il rovere

una bella quercia (da dove si ricava il rovere)

 

 

Introduzione

Il rovere il nome commerciale del legno che si ricava dagli alberi della famiglia delle Fagacee, che comprende la quercia, la farnia, il leccio ed il cerro.  Questi albero possono raggiungere un diametro di un metro e mezzo ed un’altezza di 30 metri. Il rovere è un legno che presenta un ottimo equilibrio fra raffinatezza e prestazioni, vediamo il perché.

 

Caratteristiche

  • Colore bruno che tende al giallo, molto apprezzato nell’arredamento, tende a schiarire col tempo.
  • Buona resistenza meccanica, resiste alle sollecitazioni esterne.
  • Elevata durezza e tenacità, resiste molto bene agli urti.
  • Buona durezza, stabilità e durabilità, tutte qualità che migliorano con la stagionatura.
  • Resistente alle intemperie ed agli agenti atmosferici, non teme l’umidità e la salsedine.
  • Buona durabilità del durame, resiste all’invecchiamento, ai funghi ed alle muffe.
  • Si presta a realizzare superfici curve, come pregiate botti.
  • Buona lavorabilità e facilità di taglio, con il giusto utensile, come Fraiser 😉
  • Buona attitudine all’assemblaggio, con colla, viti e chiodi.
  • Discreta stabilità, tende leggermente ad imbarcarsi.
  • Peso specifico elevato, intorno ai 750 kg/mc stagionato e 1000 kg/mc fresco.
  • Buona attitudine alla finitura, dopo aver preparato adeguatamente il fondo.

 

Tipologie

Dal punto di vista commerciale, esistono tre tipi di rovere, accumunati dalle stesse caratteristiche tecnologiche ed utilizzi. Si distinguono in base alla provenienza:

  1. Rovere americano, che comprende il rovere americano bianco (Quercus alba) ed il rovere americano rosso (Quercus rubra), che come sottintende il nome differiscono per il colore.
  2. Rovere europeo, che come l’americano comprende il rovere bianco (Quercus robur anziché alba) ed il rovere rosso (Quercus rubra).
  3. Rovere giapponese, che comprende il Quercus myrsinifolia ed il Quercus glauca.

Per il rovere destinato a parquet, abbiamo le seguenti varietà:

  • Rovere naturale, un classico che non tramonta mai.
  • Rovere spazzolato, con la venatura in rilievo.
  • Rovere sabbiato, giusto equilibrio fra il classico ed il moderno.
  • Rovere sbiancato, è quello più gettonato perché permette di creare ambienti luminosi e solari.
  • Rovere anticato, dai colori caldi e tradizionali.

 

Utilizzi

È un legno molto apprezzato per le sue numerose caratteristiche positive e si presta a vari usi. I principali sono:

  • Costruzione di mobili pregiati e duraturi.
  • Costruzione di piccole imbarcazioni.
  • Costruzione di botti pregiate per l’invecchiamento dei vini.
  • Realizzazione di strutture portanti nell’edilizia.
  • Realizzazione di
  • Realizzazione di
  • Legna da ardere, produce un’elevata quantità di calore ed una bassa densità di fumo.
foto di un parquet in rovere

parque in rovere

Pregi e Difetti

In base alle caratteristiche che abbiamo già visto, il rovere presenta numerosi pregi e l’unico “difetto” che ci sentiamo di segnalare è il costo abbastanza elevato che tuttavia viene ripagato nel tempo grazie alle numerose qualità. Riassumiamo le principali:

  • Elevata durezza e tenacità, vedi le caratteristiche.
  • Elevata resistenza alle intemperie ed agli agenti atmosferici, vedi le caratteristiche.
  • Buona durabilità, vedi le caratteristiche.
  • Prezzo mediamente elevato. Attenzione soprattutto al parquet che, nonostante sia molto resistente, non è esente da graffi ed ammaccature.

 

 

Curiosità

Le piante del rovere sono molto longeve in quanto possono vivere fino a 500 anni. Contengono il “tannino”, un liquido che conferisce alle botti di rovere un aroma molto apprezzato e permette al legno di resistere alla fermentazione dei mosti, durante la trasformazione in vino.

Il Rovere cresce nelle foreste temperate europee e asiatiche e nel vecchio continente, gran parte del rovere impiegato proviene sia dalla Francia sia dai paesi dell’Europa orientale, quali l’Ungheria, la Croazia, la Slovenia, la Bosnia, la Serbia o l’Albania. Il rovere, tuttavia è molto più diffuso tra le pendici collinari e montane dell’Europa occidentale, in particolare in Italia, esso si riscontra tra le vallate alpine e prealpine, o nei boschi.

Suggerimenti Utili

La temperatura ideale per la conservazione del parquet è di 15/25°C. Il tasso di umidità, invece, deve mantenersi tra il 45 ed il 60%.

Per la pulizia giornaliera dei mobili e manufatti, è sufficiente una spolverata con straccetto di cotone morbido. Per una pulizia più accurata, volta ad eliminare macchie, impronte ed aloni, passare un panno di pelle ben strizzato dopo averlo imbevuto in acqua tiepida con qualche goccia di aceto bianco e risciacquare alla fine passando il panno dopo averlo imbevuto nella sola acqua.

Per le piccole riparazioni di crepe ed abrasioni si possono utilizzare dei bastoncini di cera.

 

Utensili da utilizzare

Per una produzione limitata consiglio senza ombra di dubbio tutti gli utensili di serie in metallo duro HW (HM Widia). Invece per grandi produzione in serie sicuramente, come abbiamo già imparato dai precedenti post, consiglio di adottare il diamante policristallino (PKD o PCD, che è sempre la stessa cosa ma ognuno usa sigle diverse!)

Bene, oggi abbiamo appreso importanti nozioni sul rovere che spero possano esserti utili per le tue prossime lavorazioni.

Ti ricordo che il rovere presenta un ottimo equilibrio fra raffinatezza e prestazioni. Non vorrai mica rovinare questo magico equilibrio, lavorando il rovere con utensili inadeguati?

Utilizzare degli utensili robusti, costruiti con materiali certificati da specialisti che non pensano solo all’importazione di prodotti ed a riempire le proprie tasche, è solo uno dei tanti segreti per riuscire ad essere efficienti e produttivi nella propria attività (sia giornaliera che hobbistica), oltre che per rispettare la natura ed evitare gli sprechi di materiale.

Perché dico questo?
Perché da oggi hai la possibilità di lavorare come i migliori del tuo settore grazie alle robuste frese Fraiser e, se fossi in te, non me le farei scappare.

Scegli subito la tua robusta FRAISER, ti basta cliccare qui !

Grazie mille per aver letto anche il quinto articolo dell’esperto del legno; per qualsiasi domanda/informazione/curiosità non esitare a scrivermi, sarò lieto di aggiornare il post e cercare di renderlo il più completo possibile per toglierti ogni fastidiosissimo dubbio.

A presto

Matteo

It’s a Fraiser generation !

 

Commenta con Facebook

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.